Archivio News
World Urban Forum: Iran tra i protagonisti
La città di Napoli ha ospitato dal 1° al 7 settembre la sesta edizione del “World Urban Forum”, evento organizzato dall’Agenzia Specializzata dell’ONU per lo sviluppo urbano “UN Habitat”. I Padiglioni allestiti alla Fiera d’Oltremare hanno ospitato eventi e tavole rotonde con la partecipazione di circa ottomila persone da oltre 150 paesi. Un ruolo di rilievo ha avuto la Delegazione iraniana, che è stata tra gli speakers di tre sessioni del Forum. In particolare, hanno condiviso la propria esperienza in campo urbanistico con gli altri partecipanti il sindaco di Teheran Mohammad-Qaber Ghalibaf e l’Agenzia Iraniana per lo Sviluppo e la Rivitalizzazione Urbani (UDRO). Nella giornata di lunedì 3 il sindaco di Teheran ha preso parte alla Tavola Rotonda tra sindaci, analizzando con colleghi dei cinque continenti le sfide poste dalla crescita delle città in termini di adeguatezza dei servizi, di pianificazione, di sviluppo sostenibile ed esaminando i criteri con i quali definire il successo delle città moderne su temi quali la produttività economica delle città e la valorizzazione dell’ambiente urbano. Il giorno successivo, all’esperienza della Municipalità di Teheran è stata dedicata un’intera sessione di lavoro ed uno spazio espositivo, attraverso i quali è stato esposto il Piano d’Azione messo a punto per velocizzare l’attuazione delle procedure di programmazione urbanistica nella capitale iraniana. La seconda parte della sessione è stata dedicata ad un workshop con i partecipanti intervenuti, anche attraverso l’esposizione e lo studio di casi concreti dello sviluppo urbano di Teheran. Mercoledì cinque settembre è stata la volta dell’ Iranian Urban Development and Revitalization Organization (UDRO), il cui intervento si è inserito nella sessione dedicata ai servizi di base ed alla decentralizzazione. I rappresentanti della UDRO hanno illustrato l’approccio iraniano al problema - particolarmente sentito in Paesi dalla rapida crescita economica - dell’espansione disordinata e socialmente sbilanciata delle città, che porta alla creazione di insediamenti informali alla periferia delle stesse città e sottrae risorse ed importanza ai centri storici. L’UDRO elabora e mette in pratica in Iran le politiche nazionali dedicati al fenomeno, che spesso si sono concretizzate attraverso piani di edilizia popolare nelle vicinanze delle grandi città, puntando a favorire la proprietà dell’abitazione come elemento di crescita della dignità della persona e limitare in questo modo il fenomeno dell’urbanizzazione disordinata e disorganizzata.