Archivio News
Nuove prospettive per l’energia eolica da un progetto anglo-iraniano
La collaborazione tra l’Università iraniana di Sharif e quella inglese di Cambridge sta portando alla realizzazione di un importante progresso tecnologico nella produzione di energia eolica. Il progetto comune punta alla realizzazione in forma non soltanto sperimentale di generatori c.d. “doubly-fed” (a doppia alimentazione) con potenza di 20 kilowatt. Il primo prototipo al mondo di un generatore con queste caratteristiche è stato montato su una turbina eolica all’Università di Cambridge ed è il frutto di progettazione e test congiunti con i ricercatori iraniani. Si tratta di una tecnologia già conosciuta ma che finora non ha avuto diffusione su larga scala e che presenta l’importante vantaggio di permettere di mantenere ad un valore costante l'ampiezza e la frequenza della tensione di uscita, indipendentemente dalla velocità del vento sul rotore eolico. Se il progetto anglo-iraniano andrà a buon fine, lo stesso potrebbe avere un impatto importante sul mercato dell’energia eolica, consentendo di applicare la tecnologia doubly-fed, che ha ridotti costi di produzione, anche ad impianti ad elevata potenza.