Archivio News
Khamenei: rilancio economia priorità nuovo anno Iran, per la prima volta in 63 anni l’export supera l’import
Economia della resistenza, produzione e occupazione dovranno essere gli elementi di priorità nel nuovo anno". Lo ha affermato la Guida suprema dell'Iran, Ayatollah Sayyed Ali Khamenei, nel messaggio alla nazione in occasione del Nowruz, la festa che segna l'inizio del nuovo anno iraniano (1396). Khamenei ha auspicato che "il 1396 sia un anno felice per tutta la gente dell'Iran e per i musulmani di tutto il mondo" e ha tracciato un consuntivo dell'anno appena trascorso "caratterizzato da eventi lieti e tristi, come tutti gli altri anni". "Abbiamo sperimentato eventi dolci legati alla dignità nazionale, alla sicurezza nazionale, alla determinazione giovanile - ha detto Khamenei -, ma abbiamo anche sperimentato eventi amari che sono stati principalmente legati a questioni economiche e sociali". Successivamente il Presidente dell’Iran, Hassan Rohani, in videoconferenza ha annunciato che per la prima volta dopo 63 anni le esportazioni iraniane hanno superato le importazioni: questo è uno dei risultati dell’economia di resistenza». Lo ha dichiarato alla cerimonia di inaugurazione di 18 progetti di sviluppo avviati nella regione di Semnan, nel nord del Paese. «Le esportazioni di merci non petrolifere hanno raggiunto l’anno scorso circa 43,9 miliardi di dollari - ha detto Rohani - indicando un volume di 300 milioni di dollari superiore in confronto a quello delle importazioni». Il Presidente ha quindi sottolineato «l’importanza di concentrarsi sulla produzione interna », anche al fine di «creare nuovi posti di lavoro di cui l’Iran ha bisogno»