Archivio News
La residenza dell’Ambasciatore italiano a Teheran star di un progetto sull’architettura iraniana
L’Ambasciatore d’Italia a Teheran S.E. Giuseppe Perrone ha ospitato il 25 gennaio presso la Sua residenza la presentazione de “La mia Teheran” dell’architetto Amir Reza Farahbod: un volume di documentazione e raccolta di materiale storiografico e architettonico dedicato a 340 edifici della città (alcuni dei quali iscritti nella lista del patrimonio culturale del paese e nel patrimonio UNESCO). Il progetto nato per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della capitale iraniana è frutto di oltre 10 anni di lavoro che ha coinvolto la municipalità di Teheran, il Ministero dei Beni Culturali, del Turismo e dell’Artigianato della Repubblica Islamica dell’Iran e numerosi esperti e ricercatori dell’Università di Teheran. La Residenza dell’ambasciatore italiano prototipo di casa patrizia di fine epoca qajara, oltre agli edifici, ha un parco di otto ettari, uno dei più rari e originali esempi di giardino persiano ancora presenti nella città ed alimentato dai canali sotterranei, che l’Italia continua a valorizzare ponendolo al centro di numerosi eventi culturali promossi dalla nostra ambasciata. All’incontro ha partecipato il Presidente del Consiglio comunale di Teheran, Mohsen Hashemi Rafsanjani, che ha sottolineato la profondità della ricerca alla base del progetto ed ha auspicato vi sia, nella nuova fase che si sta per aprire nelle relazioni internazionali, un ulteriore approfondimento dei rapporti tra Italia e Iran rapporti “storici e particolarmente intensi”.