Archivio News
Aumenta nel corso del I semestre 2003 l'interscambio commerciale Iran - UE
7 novembre: L’interscambio commerciale tra Unione europea ed Iran ha registrato una forte crescita nei primi sei mesi del 2003, con un aumento del 28% per le importazioni e del 17 % per le esportazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo i dati Eurostat le esportazioni iraniane verso l’UE hanno ammontato a 3,3 miliardi di euro (3,8 miliardi di dollari) nel corso del I semestre 2003, rispetto a 2,6 miliardi di euro registrati nel I semestre 2002. Anche le esportazioni dell’Unione europea verso l’Iran hanno registrato un aumento, passando da 3,7 miliardi di euro nel 2002 a 4,3 miliardi di euro nello stesso periodo del 2003. L’aumento delle esportazioni iraniane verso l’Unione Europea è dovuto soprattutto all’aumento della richiesta di importazione di petrolio. L’Italia si conferma il principale cliente dell’Iran, con un netto aumento delle importazioni che sono passate da 19 milioni di euro nel I semestre del 2002 a 935 milioni di euro nel I semestre di quest’anno. L’aumento delle importazioni di petrolio dall’Iran ha riguardato anche i Paesi Bassi ( da 162 a 488 milioni di euro) e la Spagna (da 188 a 479 milioni di euro). I principali Paesi esportatori verso l’Iran si confermano Germania, Italia e Francia che insieme hanno esportato beni per 3 miliardi di euro. La Spagna si conferma il quarto principale paese esportatore seguita dalla Svezia che ha quasi raddoppiato le esportazioni verso l’Iran, per un totale di 228 miliardi di euro ed ha registrato un aumento del 1605 per le importazioni dall’Iran, per un totale di 387 milioni di euro.