Archivio News
Dichiarazioni del ministro degli Esteri italiano Franco Frattini
“Tutti voi sapete che, per un'iniziativa italiana, alcuni giorni fa, vi è stato un contatto con le autorità politiche dell'Iran, che ho personalmente curato. Avevo chiesto al mio collega ministro degli esteri un'azione e l'azione c'è stata e sta continuando. Voglio dare atto pubblicamente al ministro degli esteri Kharrazi e al Presidente Khatami di aver mantenuto quanto telefonicamente mi avevano detto, quando hanno pronunciato queste parole: «Contribuiremo a cercare di spegnere l'incendio».” Così il Ministro deglio Esteri Franco Frattini ha riferito il 14 aprile alle Commissioni Riunite Affari Esteri e Comunitari e Difesa del Senato e della Camera dei Deputati sulla situazione in Iraq. “In queste ore, una delegazione di alto livello mandata dal governo iraniano si sta recando, probabilmente, proprio nella città di Baghdad, per tentare di assumere i contatti necessari per ottenere la liberazione degli ostaggi. È evidente che questa azione dell'Iran non è isolata e trova una risposta all'interno delle comunità religiose più autorevoli- mi riferisco alla componente sciita e al suo leader indiscusso, l'ayatollah Al Sistani- ”.