Archivio News
IRAN E SIRIA DANNO IL VIA AL PROGETTO AUTO DELLA SYAMKO
Il Project Director dello stabilimento della Samand in Siria ha dichiarato che l’Iran guadagnerà circa 70 milioni di dollari nella prima fase di produzione di 10.000 berline Samand nei paesi Arabi. Con la produzione della Samand, in tre fasi il valore dei ricavi salirà fino a 210 milioni di dollari attraverso una produzione che raggiungerà le 10.000 unità nella prima fase e 30.000 unità nelle tre successive. Il valore dell’investimento per la creazione dell’impianto produttivo in Siria arriverà a 60 milioni di dollari, di cui il 40% sarà finanziato dalla Iran Khodro Company (IKCO). La IKCO coordinerà il progetto, offrendo know how e macchinari per le linee di produzione, portando avanti allo stesso tempo il progetto per l’affermazione del brand della National Samand in Siria e negli altri mercati arabi. La linea di produzione della Samand in Siria include la fabbricazione, la verniciatura e l’assemblaggio delle autovetture. La linea produttiva sarà pronta per essere testata il prossimo mese: la prima fase del progetto sarà inaugurata ufficialmente entro la fine del 2006. Lo stabilimento in Siria rappresenta il più grande e completo sito produttivo per la produzione della Samand in un paese estero. Grazie all’assenza di dazi doganali sulle esportazioni verso gli altri paesi arabi, si prevede che la berlina diventi competitiva sui mercati arabi. Lo stabilimento produttivo in Siria dovrebbe diventare inoltre la base della IKCO in Medio Oriente. Al momento della firma dell’Accordo tra la Siria e l’Iran, la tariffa sulle importazioni di autovetture dai vicini paesi arabi era pari al 250% per le autovetture con cilindrata di 1600 cc e del 160% per le autovetture con cilindrate più basse ma il governo siriano ha dichiarato che le tariffe doganali sulle importazioni di autovetture sarebbero dovute essere gradualmente ridotte in un periodo di 12 anni. Il governo siriano ha ridotto le tariffe sull’importazione della berlina dal 250 al 60% e dal 160 al 40% nel passato anno iraniano. La Syamko prevede di collocare la Samand anche sul mercato siriano e di renderla competitiva con le altre autovetture importate.