Archivio News
IN IRAN IL PIÙ GRANDE IMPIANTO FARMACEUTICO DELL’ASIA
Feb. 07 - Il Direttore dell’Iran Pasteur Institute, Abdolhossein Rouholamini Najafabadi, ha annunciato che presto sarà operativo nel Paese il più grande complesso farmaceutico del sud-ovest asiatico, che includerà diverse linee di produzione, tra le quali i vaccini per l’epatite B. Sottolineando che l’Iran diventerà un pioniere nel know-how della biotecnologia farmaceutica, Rouholamini Najafabadi ha dichiarato che gran parte di tali farmaci può essere prodotta a livello interno su scala industriale e secondo accettabili standards internazionali, per poi essere esportata anche verso i Paesi europei. La produzione di oltre un milione di vaccini per l’epatite di tipo B è stata avviata circa un mese fa: il complesso farmaceutico sarà in grado di produrre circa 16 milioni di dosi entro il prossimo anno. I nuovi composti farmaceutici saranno prodotti in base a tre metodi: lavorazione di fermenti, tecnologia batterica e cellule animali. Najafabadi ha infine reso noto che il controllo qualità e le sezioni degli animali da laboratorio sono nel complesso uniche nella regione del sud-ovest asiatico.