Archivio News
ACCORDO CON LA CINA PER LA PRODUZIONE DI ALLUMINIO
Il Ministro ad interim dell'Industria, Ali-Akbar Mehrabian, e l'Ambasciatore cinese a Tehran Leo Jen Tung hanno raggiunto un Accordo del valore di 380 milioni di euro per la costruzione di una azienda per la produzione di alluminio, con capacità annuale di 200.000 tonnellate. L'Iran rappresenta il quindicesimo Paese nella produzione di alluminio e grazie a tale progetto sarà tra i primi 10 produttori del mondo, prevedendo anche di soddisfare il 70% della richiesta nazionale. La produzione si collocherà nella provincia dell'Azerbajan, in un'area a 18 Km da Sarab. Il Ministro ha sottolineato che obiettivo del progetto è di estrarre alluminio dalla roccia Nephenite Syenite che si trova nella miniera di Razgah, nella parte orientale di Sarab, regione dell’est dell'Azerbajan. L'Ambasciatore cinese ha indicato che la Cina ha in corso altri progetti nella provincia dell'Azerbajan e che l’azienda cinese NFC Company lavora con molte aziende iraniane nel settore del rame, zinco e alluminio. L'Ambasciatore ha evidenziato inoltre che durante il suo mandato il volume dell’interscambio commerciale tra i due paesi è fortemente aumentato, passando da 3 miliardi a 20 miliardi di dollari.