Archivio News
PROSEGUE IL CAMMINO DELL’IRAN VERSO LE PRIVATIZZAZIONI
Il rappresentante per gli affari internazionali della Camera di Commercio dell’Iran, Shamsaldin Khareqani, in un incontro con Volker Perthes, Presidente dell’Istituto Tedesco per la Sicurezza e gli Affari Internazionali, ha analizzato il processo di privatizzazioni dell’Iran, avviato nel 2006. Khareqani ha sottolineato che attualmente lo scenario economico iraniano presenta tre settori: quello pubblico, che prevede una partecipazione all’economia del paese pari all’80%, quello privato con una partecipazione del 15% ed infine quello delle cooperative con una partecipazione del 5%. Secondo Khareqani il processo di privatizzazione comporterà una diminuzione della partecipazione pubblica alla vita economica del paese dall’80 al 20%. Affinché ciò possa verificarsi è necessario che molti settori siano privatizzati anche attraverso la quotazione in borsa. Si tratta di un passaggio estremamente rilevante per settori chiave quali: energia, trasporti, telecomunicazioni e bancario. Riguardo a quest’ultimo settore Kharegani ha sottolineato che sebbene le principali banche iraniane siano ancora statali, recentemente il governo iraniano ha approvato alcune leggi che permettono alle banche straniere di aprire filiali nelle free zone del paese. Riguardo l’adesione dell’Iran alla World Trade Organization, Kharegani ha evidenziato l’importanza dell’ingresso dell’Iran nel WTO ed ha sottolineato che sono molte le iniziative organizzate a tale riguardo, come il “Workshop on Rules ansd Regulations on WTO”, organizzato dalla Camera di Commercio dell’Iran, volto a sensibilizzare gli imprenditori iraniani su tali argomenti.