Archivio News
IL CAPITALE FINANZIARIO MOTORE DELL'ECONOMIA IRANIANA
Il Vice-direttore dell’Organizzazione per la Borsa Iraniana Ahmad Ahmadpour in occasione della quotazione delle azioni della Compagnia delle Linee Navali dell’Iran (IRISL) al mercato azionario di Teheran, con la vendita di 127 milioni di azioni, ha indicato come i capitali finanziari siano un importante volano per lo sviluppo economico del paese. La quotazione in Borsa, ha aggiunto il direttore, permette di incrementare la produzione e di incentivare la creazione di posti di lavoro. La creazione di nuovi meccanismi finanziari per la diversificazione del mercato azionario, grazie anche alla collaborazione con la borsa Indonesiana e della Malaysia attraverso la firma di un Memorandum of Understanding, assieme alla quotazione di grandi aziende, hanno permesso l’incremento del valore della borsa di Teheran, che ad oggi capitalizza 50 miliardi di dollari. Riguardo alle aziende che rientrano nella categoria dell’art. 44 della Costituzione, cioè le compagnie statali che hanno iniziato il processo di privatizzazione, Ahmadpour ha confermato che la presenza di queste aziende a capitale misto nella Borsa aiuta il mercato a passare da una situazione di monopolio nei settori quali la produzione di automobili, di cemento, le banche e le società di leasing, ad una realtà più concorrenziale. Il supporto del governo può aiutare a velocizzare il processo di privatizzazione delle Compagnie di Stato ed a tal fine è necessario modificare le regole del mercato dei capitali, eliminare monopoli pubblici ed introdurre così nuovi partecipanti al mercato, incrementando la cooperazione con gli altri mercati borsistici, regionali ed internazionali.