Archivio News
ISFAHAN OSPITA IL 29MO MEETING DELL’OFID
Si è tenuto a Isfahan il 29mo Meeting dell’Organization of Petroleum Exporting Countries Fund for International Development (OFID). Sorto nel 1976 l’OFID era inizialmente noto come il “Fondo speciale dell’OPEC” finalizzato a promuovere il progresso economico e sociale dei paesi in via di sviluppo. Successivamente, nel 1980, è divenuto un agenzia permanente di sviluppo internazionale, che non ha poteri decisionali all’interno dell’OPEC. La Conferenza di giugno, cui hanno preso parte i ministri dell’economia e delle finanze dei Paesi membri dell’OPEC, ha affrontato la questione energetica e le difficoltà economiche dei paesi in via di sviluppo a seguito dell’aumento del prezzo del petrolio. Il Presidente dell’OFID, Suleyman al-Harbish, ha sottolineato che il tasso di povertà sta crescendo e che il fondo deve far fronte alle nuove esigenze dei paesi poveri. Ad oggi sono stati spesi 9,6 miliardi di dollari in 120 paesi in via di sviluppo e sono stati finanziati 1.300 piani di sviluppo per la costruzione di scuole, strade, dighe ed ospedali. Le risorse finanziate dall’OFID consistono in contributi volontari dei Paesi membri. Attualmente membri permanenti dell’OFID sono: l’Iran, l’Algeria, il Gabon, l’Indonesia, l’Iraq, Kuwait, Libia, Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Venezuela.