Archivio News
NUOVA LEGGE SUGLI INVESTIMENTI ESTERI
Ad un anno di distanza dalla prima approvazione è finalmente arrivato il via libera definitivo alla legge sugli investimenti esteri. La norma, che entrerà in vigore non appena sarà approvato il regolamento attuativo che il Ministero dell'Economia e delle Finanze iraniano si appresta a definire, ha avuto un iter travagliato visto che, dopo una prima approvazione il 16 maggio dello scorso anno, è stata bocciata per ben due volte dal Consiglio dei Guardiani in quanto non in linea con la vigente Costituzione. Ora il sì definitivo è arrivato dal Consiglio per la determinazione delle scelte, un organo costituzionale di indirizzo più pragmatico con poteri arbitrali nel caso di controversie legislative tra Parlamento e Consiglio dei guardiani. Nella nuova normativa, che prevede misure di tutela per il capitale estero investito, non vi sono limiti nella partecipazione estera a singoli progetti di joint venture, ma ci si è accordati su quello che è stato definito un compromesso politico. In sostanza, con la nuova legge è stato fissato tra il 25% ed il 35% il limite massimo di presenza estera in ogni singolo settore economico. L'unica eccezione è rappresentata da quei settori strategici, come quello energetico, che si trovano sotto il diretto monopolio dello Stato.