Archivio News
ENTRO IL 2013 SETTE RAFFINERIE IN IRAN
Il Ministero per il Petrolio dell’Iran ha reso noto che il Governo prevede di investire circa 27 miliardi di dollari per la costruzione di sette raffinerie petrolifere entro il 2013. Noureddin Shahnazizadeh, Dirigente della National Iranian Oil Refining and Distribution Company (NIORDC), ha affermato che grazie a questo nuovo progetto, la capacità di produzione di gasolio e carburante dovrebbe aumentare rispettivamente di 190 e 180 milioni di litri al giorno. Il Piano mira ad incrementare drasticamente la capacità iraniana nella raffinazione per ridurre le importazioni di gasolio e carburante. L’Iran è il quarto maggiore produttore di petrolio ma la mancanza di adeguati strumenti nella raffinazione costringono il governo ad allocare ingenti somme per importare gasolio e carburante. Sarà invece inaugurato nel mese di dicembre il più grande complesso produttivo di etilene al mondo. Il nuovo complesso sorgerà nella città di Assalouyeh nella Provincia di Bushehr. Il Complesso petrolchimico JAM produrrà più di 1320 milioni di tonnellate di Etilene ogni anno oltre che produrre annualmente 306.000 tonnellate di propilene, 600.000 tonnellate di polietilene, 300.000 tonnellate di polipropilene e 443.000 tonnellate di etilenglicole. La prima fase del Complesso petrolchimico, relativo all’unità di produzione di etilene, che ha previsto un investimento di 1,4 miliardi di euro, sarà operativa a partire dal marzo 2009.