Archivio News
CRESCE L’EXPORT NON-OIL
Tra il 2006 e il 2009 l’Iran ha esportato beni per quasi 82 miliardi di dollari, portando il tasso di copertura, inteso come il rapporto tra import e export, ad una crescita del 58% nel triennio considerato. Mohammad Izadian, Direttore dell’Iran Trade Promotion Organization (ITPO) ha spiegato che la ragione del successo risiede nella sempre maggiore copertura delle importazioni tramite le esportazioni non petrolifere, aumentate nello stesso periodo del 500%, raggiungendo il valore di 13 miliardi di dollari. La diversificazione delle esportazioni e la rottura del modello “petrolio contro beni di consumo” č stata perseguita attraverso un articolato pacchetto di misure, che comprende sussidi all’export, semplificazione degli iter burocratici, esenzioni fiscali e rimozione di barriere al commercio, in un quadro generale di capillare divulgazione delle informazioni e miglioramento dei legami politici ed economici internazionali. La manovra č stata coronata da successo: se nel 1979 il paese esportava prodotti non petroliferi per solo 1 miliardo di dollari, dopo trent’anni il volume dell’export non-oil č aumentato del 3000 %.