Archivio News
INCENTIVI PER L’INDUSTRIA TESSILE
Il Ministro dell’Industria e delle Miniere Iraniano Ali Akbar Mehrabian sta sostenendo fortemente l’approvazione di nuove agevolazioni e sussidi per il settore tessile, come parte di un nuovo piano di sviluppo e di diversificazione dell’economia, secondo l’ambizioso disegno economico “move away from oil”, che Teheran si è prefisso. Obiettivo non semplice, visto che il tessile è uno dei settori che più ha risentito della concorrenza internazionale per la mancanza di tecnologie come pure per la difficoltà di approvvigionamento di filati grezzi di qualità come il cotone a prezzi competitivi. Il governo iraniano punta dunque a un completo rinnovo del parco macchine e all’avvio di linee di produzione di alta qualità. L’industria tessile iraniana produce oggi una vasta gamma di prodotti, dagli articoli di abbigliamento alla biancheria, alla tappezzeria e agli articoli in pelle, e occupa più di 400.000 persone, principalmente attorno ai centri urbani di Teheran e Isfahan. Più di 400 milioni di metri di tessuto vengono prodotti ogni anno in Iran. Tra i maggiori mercati di sbocco dei articoli tessili iraniani vi sono l’Azerbaigian, l’Afghanistan, il Kazakistan, il Kirgizistan e gli Emirati Arabi.