Archivio News
UNA RETE ELETTRICA UNIRÀ TURCHIA, IRAQ E IRAN
Firmato a Baghdad un Accordo tra Turchia, Iran e Iraq, finalizzato alla cooperazione nei settori dell’elettricità e in generale della produzione di energia. Il Memorandum d’Intesa sottoscritto dai tre Paesi prevede che le reti elettriche del Golfo Persico, dell’Asia Centrale e del Medio Oriente si raccordino a quelle europee. Parviz Fattah, Ministro Iraniano dell’Energia, ha sottolineato che la rete elettrica iraniana è già collegata a quella azera, armena e turkmena. L’Iraq, secondo le dichiarazioni del Ministro dell’Energia Karim Wahid, importa allo stato attuale 300 megawatt di elettricità dall’Iran e 150 megawatt dalla Turchia. L’Accordo riveste particolare importanza anche per le ricadute positive che potrebbe avere sulle frizioni esistenti fra i tre Paesi, e in particolare tra Turchia e Iraq, relative alla disputa sull’utilizzo delle acque dei bacini fluviali del Tigri e dell’Eufrate. A questo proposito Taner Yidiz, Ministro turco dell’Energia e delle Risorse Naturali ha dichiarato la disponibilità del proprio Paese ad intraprendere la strada del negoziato, sottolineando che la Turchia ha fornito nel 2008 all’Iraq 17 milioni di metri cubi di acqua. I tre Ministri si sono inoltre accordati per un nuovo incontro ad Ankara tra sei mesi. Si prevede che all’evento parteciperà anche la Siria, coinvolta anch’essa nella contesa idrica.