Archivio News
IN CRESCITA L’INTERSCAMBIO COMMERCIALE TRA IRAN E TURCHIA
L’Iran è il settimo partner commerciale della Turchia, con un volume di interscambio commerciale che ha raggiunto nel 2008 8,3 miliardi di dollari. Le esportazioni di merci turche in Iran hanno registrato un aumento del 64,3% rispetto al 2007 mentre quelle di merci iraniane in Turchia un incremento del 36,6%. Sono molti gli ambiti in cui i due Paesi hanno avviato una cooperazione economica, grazie anche alla loro contiguità geografica. La Turchia infatti può costituire per l’Iran la porta di accesso all’Europa, come l’Iran può costituire per la Turchia il corridoio di transito verso l’Asia Centrale e l’Estremo Oriente. Già alla fine del 2008 Teheran e Ankara hanno siglato un Progetto per la produzione di gas in Iran e per il suo trasporto in Europa attraverso il territorio turco. Nel settore bancario, Bank Mellat, banca iraniana di proprietà statale, ha aperto nella sua filiale di Istanbul un conto speciale in lire turche al fine di rendere più efficiente il commercio bilaterale. Mohammad Ali Zeighami, Vice-Presidente della Trade Promotion Organization of Iran, ha annunciato che presto tutte le filiali di Bank Mellat potranno effettuare transazioni usando sia rial sia lire turche. L’utilizzo delle valute locali negli scambi al posto del dollaro porterà il volume dell’interscambio ad un raddoppio entro il 2011, secondo le previsioni del Ministro degli Esteri turco Kursad Tuzmen. Nel settore produttivo infine la Turchia è particolarmente interessata a rafforzare la sua collaborazione con la casa automobilistica iraniana Iran Khodro, con cui è già stato siglato un Accordo per la manifattura in Turchia di componenti in gomma di autoveicoli.