Archivio News
15 MEMORANDA DI INTESA CON IL SUDAN
Il Ministro dell’Agricoltura iraniano Mohammad Reza Eskandari e il Presidente del Parlamento del Sudan Ibrahim Al-Tahir hanno approfondito in un meeting di sette giorni all’inizio di luglio a Khartoum possibilità e modalità di espansione dell’interscambio commerciale tra i due Paesi, entrambi esportatori di petrolio. L’incontro di Khartoum segue a distanza di sei mesi un altro incontro intergovernativo svoltosi nel mese di gennaio, in cui sono stati predisposti progetti di esplorazione petrolifera e di costruzione di dighe. Il Ministro Eskandari ha dichiarato che “l’ Iran è pronto a condividere il suo know how con il Sudan in campo economico, agricolo e commerciale” mentre Al-Tahir ha annunciato che il Sudan accoglierà con grande favore investitori iraniani del settore pubblico e privato ed è interessato ad acquisire l’expertise iraniana nel settore edilizio ed agricolo. Per quanto riguarda il settore idrico inoltre è stato recentemente firmato un contratto del valore di 70 milioni di euro tra Teheran e Khartoum finalizzato alla realizzazione di un progetto di purificazione delle acque in Sudan nella regione meridionale di Juba. Il meeting di Khartoum si è concluso con la firma di quindici Memoranda di Intesa in svariati campi, che comprendono il settore delle cooperative, la pesca, la sperimentazione agricola, l’autosufficienza alimentare, il welfare, la medicina veterinaria, lo sport, gli investimenti, il sistema tariffario e le assicurazioni, i trasporti e le risorse energetiche.