Archivio News
Incremento del 72% dell’esportazioni italiane in Iran
Forte incremento delle esportazioni italiane verso l’Iran nel primo quadrimestre gennaio-aprile 2002. I dati dell’Istat registrano infatti una crescita dell’export del 72,20% rispetto al precedente analogo periodo per un valore che passa da 315 a 542 milioni di euro. La voce che ha fatto segnare l’aumento più forte è quella del delle macchine per impieghi speciali (+217%) per un valore di 136 milioni di Euro, ma l’intero settore dei beni strumentali è risultato in forte espansione con l’eccezione delle macchine utensili, quasi invariate rispetto allo scorso anno. Risultano in diminuzione (- 36,18%) le importazioni italiane dall'Iran soprattutto a causa della minore incidenza, in termini di valore, dell'import di petrolio greggio. Da un punto di vista politico-commerciale l'Italia, nel rapporto con l'Iran, si colloca in una posizione di partner privilegiato, non solo perché ha operato da "capofila" nel processo di apertura verso questo Paese, ma anche perché si sta coerentemente impegnando per dare sempre maggiore concretezza allo sviluppo dei rapporti bilaterali.