Archivio News
CONTINUANO I NEGOZIATI PER L’INGRESSO NEL WTO
“Se assumiamo un punto di vista economico, credo che l’ingresso dell’Iran nella World Trade Organization avverrà tra cinque-sette anni”. Lo ha dichiarato il Ministro del Commercio iraniano Mehdi Ghazanfari, in occasione del settimo Summit del WTO che si è svolto a Ginevra all’inizio di questo mese. Si tratta per l’Iran della seconda presenza ufficiale ad un Summit dell’organizzazione. La domanda di adesione iraniana risale ormai a tredici anni fa e solo nel 2005 l’Iran è stato ammesso come osservatore. In occasione del meeting di Ginevra, l’Iran ha presentato un Memorandum che riassume le politiche commerciali del Governo di Teheran e che dovrebbe costituire la base di futuri negoziati. Il documento copre tutti gli aspetti della politica economica e della normativa commerciale. Sarà probabilmente Luzius Wasescha, Ambasciatore svizzero al WTO, a presiedere il Gruppo di lavoro rappresentativo dell’ente incaricato di condurre i negoziati con l’Iran, in ottemperanza alle procedure previste per l’accesso di nuovi membri nell’organizzazione. Il WTO, nato nel 1995 per sostituire il Gatt, conta oggi 153 membri che rappresentano insieme più del 95% del commercio mondiale e 33 osservatori che hanno presentato la propria candidatura per l’accesso. L’Iran guida il fronte dei Paesi che aspirano alla membership e l’adesione all’organizzazione potrebbe costituire per Teheran un importante riconoscimento internazionale.