Archivio News
AZIENDE TEDESCHE: IRAN IMPORTANTE MERCATO DI SBOCCO
L’Iran resta un importante mercato di sbocco per molte aziende tedesche. Fra le prime voci dell’export tedesco vi sono i macchinari: si stima che un macchinario su tre importato in Iran sia prodotto in Germania. Nel 2006 piccole e medie imprese tedesche sono riuscite ad esportare in Iran macchinari per circa 1,6 miliardi di euro; MAN Ferrostal è tra le aziende del settore una delle più attive nel Paese. La più grande acciaieria tedesca, ThyssenKrupp, vanta uno share di 100 milioni di euro sul totale dell’interscambio commerciale tedesco con l’Iran e secondo dati dello Spiegel, lo Stato iraniano deteneva quattro anni fa il 7,8% del capitale azionario dell’azienda. Nel febbraio 2008 la tedesca RWE, seconda maggiore azienda tedesca del settore elettrico, ha aderito al progetto Nabucco, che prevede la costruzione entro il 2013 di una condotta in grado di trasportare il gas caspico in Europa. La Bayer continua ad esportare in Iran fertilizzanti agricoli, prodotti chimici e farmaceutici. Nel gennaio 2010 la HPC, nona impresa al mondo per servizi container, ha firmato un contratto con l’Iran’s Tidewater Company per il potenziamento del porto di Bandar Abbas.