Archivio News
CeBIT 2010, IL DIGITALE IRANIANO IN FIERA
Trenta aziende iraniane hanno partecipato a CeBIT 2010, più grande Fiera di Information Technology che si svolge ogni anno ad Hannover e che ha visto quest’anno la partecipazione di oltre quattromila imprese provenienti da sessantotto diversi Paesi, tra cui anche nomi del calibro di Google e Amazon. Le aziende iraniane hanno presentato i loro ultimi prodotti hardware e software, virtual studio, otturatori LCD, articoli multimediali, sistemi di trasferimento immagini. Tra le curiosità dell’esposizione anche il “Corano digitale”, una specie di lettore MP3 con il quale è possibile ascoltare i versetti –in originale o in traduzione– e seguirli attraverso un apposito display. Secondo un rappresentante del Bureau di Cooperazione Tecnica, Hadi Mir-Rokni, la presenza di espositori iraniani è stata in questa edizione maggiore che in passato. Fra le tredici aziende iraniane presenti: Abra Tehran, cellulari T-phone, Soroush Mehr Company, dispositivi smart, Aryana Company, software per l’apprendimento delle lingue. Uno dei coordinatori della delegazione di espositori iraniani ha dichiarato che un’azienda di Yazd ha partecipato all’evento a nome di un gruppo di aziende informatiche della Provincia, presentando anche i loro prodotti. Tra i partecipanti alla manifestazione vi sono anche alcune istituzioni pubbliche iraniane: il Culture and Islamic Guidance Ministry’s Digital Media Center, il Supreme Information Dissemination Council, il Dipartimento presidenziale per la cooperazione tecnica e la Trade Development Organization. “CeBIT si conferma come la fiera più dinamica dell’industria digitale”- ha dichiarato il corrispondente di Deutsche Messe Ernst Raue, “ed arriva al momento giusto: in alcuni segmenti del mercato ICT il clima sta iniziando gradualmente a migliorare: il blocco degli investimenti degli ultimi diciotto mesi sta cominciando a dissolversi. L’industria naturalmente sta ancora fronteggiando la crisi ma l’attrattiva di CeBIT rimane intatta.” L’Iran è presente all’esposizione per l’ottavo anno consecutivo; i prodotti iraniani sono molto apprezzati dai visitatori, perché in grado di unire alta qualità e prezzi competitivi.