Archivio News
IRAN PORTA D’ INGRESSO PER IL MEDIO ORIENTE: ITALIA E SPAGNA LE DUE TAPPE DELLA MISSIONE OIETAI
L’OIETAI, Organizzazione per l’assistenza tecnica ed economica per gli investimenti esteri in Iran, ha organizzato una missione in Europa per promuovere oltre 75 progetti di investimento in Iran in diversi settori. Due le tappe della Missione: Spagna e Italia. La visita in Italia è stata organizzata dalla Camera di Commercio e Industria Italo—Iraniana in collaborazione con l’Ambasciata della R.I. dell’Iran. In occasione di tale Missione la Camera Italo—Iraniana ha organizzato due incontri, uno a Milano ed uno a Roma , rispettivamente il 10 e l’11 marzo scorso. L’Ambasciatore dell’Iran in Italia, Mohammad Ali Hosseini, in occasione dell’incontro di Milano ha affermato chel’Iran rappresenta la porta d’ingresso per gli imprenditori italiani che vogliono avere un ruolo attivo nella regione medio-orientale. “L’Iran è ormai una potenza regionale e la nuova politica di privatizzazione delle grandi industrie, intrapresa dal paese, lascia intravedere importanti cambiamenti” ha affermato l’Ambasciatore nel corso della Conferenza. S.E. Hosseini ha inoltre ribadito che le condizioni per l’investimento in Iran sono molto favorevoli e gli scambi bilaterali con l’Italia hanno registrato una crescita significativa negli ultimi anni, a conferma del potenziale economico dei due paesi. Saman Ghassemi, Direttore Generale dell’OIETAI, ha sottolineato la competenza tecnica e la solidità economica dell’Italia, elementi che la crisi economica globale non ha messo in discussione ed ha evidenziato l’interesse degli imprenditori iraniani al partecipare a joint ventures che coinvolgano investitori stranieri; il Presidente della CCII, Rosario Alessandrello, ha sottolineato l’importanza di una presenza attiva delle banche italiane in Iran al fine di garantire relazioni economiche solide tra i due paesi ed un incremento degli investimenti italiani nell’area. Il Dott. Pier Luigi d’Agata, Segretario Generale della CCII, ha inoltre ribadito che non sempre le imprese e le banche italiane hanno un’ adeguata informazione dell’attuale normativa europea che disciplina i rapporti con l’Iran: una corretta diffusione delle informazioni è elemento indispensabile per lo sviluppo delle relazioni bilaterali tra i due Paesi.