Archivio News
Piano per la creazione di 2,5 milioni di posti di lavoro annunciato dal Governo
Creare 2,5 milioni di posti di lavoro e invertire il trend riguardante la crescita della disoccupazione sono le priorità annunciate dal Governo per il nuovo anno. Già lo scorso anno, attraverso la creazione del Consiglio Supremo dell’occupazione, l’Iran ha dimostrato di non volere sottovalutare il fenomeno della disoccupazione. Secondo i dati forniti l’impegno del governo, in collaborazione con alcune province, sta portando frutti concreti: oltre un milione di posti di lavoro sono stati creati nell’ultimo anno. Il Segretario Generale dell’Agenzia dell’Occupazione ha sottolineato l’importanza di una più stretta sinergia tra Consiglio Supremo, Ministero del Lavoro e Ministero degli Esteri per poter affrontare il fenomeno con maggiori risorse e in modo più coordinato. A tal fine è stato firmato un Memorandum of Understanding che ha previsto, tra l’altro, un gruppo di lavoro che monitorerà gli sviluppi di tale piano. L’Agenzia dell’Occupazione ha inoltre fornito gli ultimi dati relativi ai lavoratori iraniani occupati all’estero. Questi numeri mostrano un fenomeno in forte crescita che l’Agenzia cercherà di incrementare ulteriormente nei prossimi anni, per poter contribuire anche in questo modo a ridurre la disoccupazione. L’attenzione è stata inoltre rivolta alla necessità di assicurare un’ adeguata formazione dei lavoratori che troveranno sbocchi occupazionali nei mercati esteri, al fine di garantire l’acquisizione di conoscenze tecniche e linguistiche del paese di destinazione e dunque una migliore integrazione all’interno di questi Paesi. Attualmente i lavoratori iraniani all’estero sono assorbiti principalmente all’interno dell’area mediorientale, in Kuwait e Qatar ma anche in Australia e Canada.